Docente:
Alessandro Casalini

Descrizione e obiettivi

Il principale fulcro di tutto il corso è la costruzione di una preparazione fotografica completa dalla teoria alla pratica.
La gestione delle lezioni si svilupperà lungo un percorso di input teorici, uniti all'immancabile sperimentazione sul campo che permetterà a tutti gli studenti di apprendere una reale esperienza. 
L'intento è quindi quello di portare ad un livello di utilizzo pratico del mezzo (esposimetro, camera, ottiche, luci, diffusori, pannelli, ecc.) tale da rendere possibile l'uso dell'esperienza acquisita per muoversi con libertà nei meandri della fotografia, statica e dinamica.

Primo Anno

  1. CENNI STORICI SULLA NASCITA DELLA FOTOGRAFIA: la nascita della fotografia dall'idea alla tecnica, ricerca e sviluppo delle sperimentazioni effettuate dai pionieri della fotografia.
  2. BASE FOTOGRAFICA STATICA: Tutto ciò che permette di impressionare una pellicola o un sensore digitale, dalla sensibilità al diaframma passando per i tempi di scatto (shutter), a tutto ciò che serve per misurare la luce. Sperimentazione pratica di sviluppo e stampa con l'utilizzo di programmi fotografici come Lightroom e Photoshop.
  3. ILLUMINAZIONE BASE: Effetti della luce sul soggetto e sull'ambiente, con conseguente sperimentazione pratica sugli schemi classici e su alcuni schemi complessi di luce mista, analisi tecnica e pratica sulla differenza di temperatura delle varie luci utilizzabili.
  4. RESA DELLA TRIDIMENSIONALITÀ SU PIANO 2D: utilizzo di luci e prospettive per rendere al piano pellicola un'illusione di tridimensionalità, con sperimentazione pratica della differente resa su un soggetto standard in un ambiente predefinito. 
  5. INQUADRATURA: Differenze tra i campi inquadrati e conseguenti effetti sulla resa del girato, sperimentazione pratica atta a definire esattamente la differenza a parità di soggetto nel riprendere una determinata scena.
  6. OTTICHE E LORO UTILIZZO: Conoscenza delle differenti ottiche disponibili e caratterizzazioni del loro utilizzo, sia dal punto di vista ottico che psicologico, con sperimentazione pratica della resa sul soggetto.
  7. CENNI STORICI SULLA NASCITA DEL CINEMA: Dall'idea allo sviluppo come mezzo d'informazione e divulgazione ma anche di comunicazione artistica, conoscenza dei più importanti capisaldi cinematografici e delle loro particolarità più salienti.
  8. CENNI SULLA CINEMATICA APPLICATA ALLA PELLICOLA-SENSORE: Il punto in movimento come studio della dinamica dell'inquadratura, al fine di rendere in modo sensato un soggetto dinamico su una pellicola (frame digitale) che ne ritragga il movimento. Sperimentazione pratica di alcuni tipi di movimento camera (utilizzo di crane, carrello/slider, camera a spalla).
  9. PRINCIPALI EFFETTI E VANTAGGI DEL DIGITALE: Conoscenza delle differenze salienti fra pellicola e digitale per sfruttare il mezzo odierno con sicurezza e padronanza. Visione di materiale e utilizzo pratico di fotocamere DSLR in luogo della pellicola. 
  10. CONCLUSIONI E INTRODUZIONE ALL'ANNO SUCCESSIVO: Analisi del materiale sviluppato durante l'anno con visione pratica in classe e conseguente analisi per introdurre il corso fotografico dell'anno successivo che si svilupperà lungo un percorso più artistico e pratico.

Secondo Anno

  1. SCOPO: dall'idea alla fotografia cinematografica.
  2. Interazioni fra regia/produzione/fotografia.
  3. Luci: quali scegliere.
  4. Creazione di uno schema luci complesso.
  5. IMROVVISAZIONE SUL CAMPO: dall'idea alla realizzazione
  6. Nuove implementazioni digitali: come cambia la fotografia in epoca digitale.
  7. Gestione di un team fotografico.
  8. Schemi luci principali.Realizzazione di una scena in piano sequenza senza ausili tecnologici.
  9. Tecniche differenti per scopi differenti: come, dove, quando scegliere uno schema.
  10. Conclusioni e introduzione all'anno successivo.

Terzo Anno

  1. Gregg Toland e l'Iperfocale, applicazioni sul campo.
  2. Realizzazione di una scena in piano sequenza senza ausili tecnologici
  3. La nuova epoca: fotografia in ambito digitale come la intende Bigazzi.
  4. La nuova epoca: creazione di una scena complessa con l'ausilio di mezzi tecnologici.
  5. L'analisi della fotografia: quanto e come criticare per apprendere.
  6. Postproduzione e fotografia: quanto e come il DOP deve essere presente nella fase di PP.
  7. Analisi apprendimento.

 

 

 

News


  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
Iscrizioni Aperte

Iscrizioni Aperte

22-05-2017

Diventa professionista nel mondo del cinema e dell'audiovisivo! 

Tema per le Borse di Studio!

Tema per le Borse di Studio!

18-05-2017

Accademia Cinema Toscana è lieta di comunicare il Tema per le Borse di Studio dell'a.a. 2017-2018!

Open Day Settembre 2017

Open Day Settembre 2017

11-05-2017

Vieni all'Open Day di Accademia Cinema Toscana sabato 30 settembre 2017 per scoprire la tua professione nel cinema e nell'audiovisivo!

VUOI PIU' INFORMAZIONI? SCOPRI I NOSTRI CORSI

Presentazione

L'Accademia di Cinema Toscana è una struttura professionalizzante, unica in Italia per modello formativo, inserita in un contesto giovane, dinamico, universitario, all'interno del centro storico medioevale della città di Lucca.

Map


Contact info

Accademia Cinema Toscana

 Via Elisa, 63 - 55100 Lucca

 info@accademiacinematoscana.it

 P: +39 0583 429169

  
 

Continuando a consultare il nostro sito, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie. info