DOCENTE

Paolo Manciocchi

INIZIO: lunedì 14 Dicembre 2015
FINE: Giugno 2016 

QUANDO: ogni lunedì dalle 16.00 alle 19.00 (ogni eventuale cambiamento verrà comunicato in anticipo)

 

DESCRIZIONE

Il corso di trucco e acconciatura, assieme a quello di storia e laboratorio del costume, è articolato nell'arco di tre anni, e sarà diviso in due parti.
Durante i primi due anni, intesi come propedeutici e formativi, gli studenti saranno accompagnati in un percorso atto a comprendere l’importanza del trucco e dell’acconciatura all'interno di una produzione e ad assimilare gli strumenti giusti per “affrontare”, tecnicamente e stilisticamente, una produzione (che sia essa uno spot pubblicitario, un’installazione multimediale, una serie televisiva, un film, etc… ).

Il primo e il secondo anno seguiranno una linea cronologica come da didattica tradizionale, sia per quello che riguarda la parte teorica che per quello che riguarda la parte relativa al laboratorio e alla pratica (la distinzione tra “laboratorio” e “pratica” è voluta).
Il terzo anno, al contrario, sarà più pratico che teorico.

Gli studenti parteciperanno e/o daranno vita ex novo a vere e proprie produzioni, mettendo in pratica quanto da loro acquisito nel biennio precedente.
Il trucco e l’acconciatura saranno argomenti trattati anche attraverso la visione e l’analisi di una serie di “pellicole” proposte dal docente, differenti per epoca e ambientazione.

Sono previsti workshop incentrati su argomenti di fondamentale importanza e masterclass con professionisti del settore il cui fine sarà offrire “altri” e “diversi” punti di vista esterni a quello che definirei il “microcosmo accademico”.
L’ammissione al corso prevede una conoscenza delle materie artistiche di base ed una buona manualità.

Il triennio prevede ore di teoria, di laboratorio e di pratica. (*) 

 

Introduzione Primo e Secondo Anno

- Il trucco e acconciatura: origini e storia.

- Il trucco e l’acconciatura in relazione ad una produzione.

- Lettura del testo e definizione dei personaggi.

- Creazione dei personaggi con il regista e con il/la costumista.

- Contestualizzazione e caratterizzazione.

- Storicità e filologia.

- La ricerca del personaggio e della sua “maschera”.

- Relazione tra “interprete” e “personaggio”… cioè “chi” diventa “chi”.

- Il cast: il materiale umano.

- Evoluzione e cambiamenti del corpo umano.

- Riferimenti iconografici e fonti letterarie.

- La rivoluzione di Gino Carlo Sensani.

- Il passaggio dall’interpretazione alla ricostruzione.

- La nascita della ricerca storica: il realismo

- Trucco: terminologia, strumenti e materiali.

- Trucco: terminologia, tecniche e metodologia.

- Acconciatura: terminologia, strumenti e materiali.

- Acconciatura: terminologia, tecniche e metodologia.

- Realizzazione del bozzetto.

- Scelta e ricerca dei materiali.

- La scelta dei fornitori come punto di riferimento.

- Verifica del bozzetto e messa in prova.

- Verifica del campione “on stage”.

- Il singolo, il gruppo e le masse.

- Il “set”

- La “troupe”

- Il “cast”.

- Preparazione per il set.

- Metodologia di lavoro “sul” set e “fuori” dal set.

- Metodologia di lavoro “durante” un set.

- Terminologia.

Questi argomenti saranno trattati costantemente durante il biennio e sviluppati in relazione ad ogni diversa tipologia di produzione presa in esame.

Parallelamente alle ore di teoria sono previste ore di laboratorio e di pratica.

Primo Anno

STORIA DEL TRUCCO E DELL’ACCONCIATURA DALLE ORIGINI ALLA FINE DEL ‘700.

Introduzione:

- Le origini: la preistoria

- Mesopotamia ( Sumeri, Assiri e Babilonesi ) e Egitto.

- Le civiltà semitiche.

- Le civiltà medio-orientali

- La civiltà egea: Minoici e Micenei.

- L’antica Grecia

- Le civiltà italiche: gli etruschi e romani.

- L’Impero Bizantino

- Le invasioni barbariche.

- Il medio evo.

- Umanesimo e Rinascimento

- Il ‘500: in Italia e in Europa ( le corti ).

- Il ‘600.

- La corte del Re Sole, Luigi XIV.

- La “Reggenza”, Luigi XV.

- La rivoluzione francese e il direttorio.

- Il “dandysmo”.

- Note del periodo sul ‘700 veneziano.

 Parallelamente alle ore di teoria sono previste ore di laboratorio e di pratica.

Secondo Anno

STORIA DEL TRUCCO E DELL'ACCONCIATURA DALLA FINE DEL 1600 A OGGI...E OLTRE

Introduzione:

- Lo stile “impero”.

- La “Restaurazione” e il “Romanticismo”

- Il “cappello”.

- La “couture” ( Whort )

- Rivoluzione dell’acconciatura ( le crinoline e le tournures )

- La belle èpoque.

- A cavallo dei secoli e lo stile “regina Margherita”.

- Fortuny e Poiret.

- Lo stile “Liberty” ( Romain de Tirtoff – Ertè )

- I “grandi magazzini”: avvento e rivoluzione del costume.

- La prima guerra mondiale.

- Gli anni ’30 e la confusione dei sessi.

- La seconda guerra mondiale.

- L’arrivo degli americani: la cultura dei jeans.

- Gli anni ’50 e il grande cinema.

- Gli anni ’60 e la rivoluzione del ’68. ( Mary Quant e i figli dei fiori )

- Gli anni ’70 e la disco music.

- Gli anni ’80 e i nuovi miti.

- Gli anni ’90… gli “sconclusionati anni ’90.

- Il millennio.

- Oggi.

- Domani.

Parallelamente alle ore di teoria sono previste ore di laboratorio e di pratica.

Durante l’anno accademico saranno organizzate delle uscite a fini didattici esternamente all'accademia.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _


Per una miglior comprensione degli argomenti trattati, soprattutto in merito alla storia e all'evoluzione del costume, alcune lezioni saranno condotte a “quattro mani”, dal docente di trucco e acconciatura e dal docente di storia e laboratorio di costume.
Lo studio delle varie epoche storiche sarà affrontato con entrambi i docenti ( quello di trucco e acconciatura e quello di storia e laboratorio di costume ) almeno nei riferimenti ( iconografici e iconologici ) e nell' inquadramento socio–politico del periodo trattato onde evitare inutili ripetizioni.
Al momento di entrare nello specifico ogni insegnante approfondirà separatamente lo studio, a livello teorico, laboratoriale e pratico.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Terzo Anno

STUDIO DEL TRUCCO E DELL’ACCONCIATURA IN RELAZIONE AD UNA PRODUZIONE.

Il terzo anno sarà l’immagine speculare del biennio precedente.
Se durante il biennio la teoria sarà esercitata praticamente, durante il terzo anno la pratica attingerà costantemente dalla teoria.

Introduzione:

- Scelta dei testi e/o dei progetti.
- Lettura dei testi e/o analisi dei progetti.
- Creare un team di collaboratori.
- Confronto e relazione con il team di collaboratori.
- progettazione e creazione di un piano di produzione.
- Ricerca iconografica e iconologica.
- Ricerca e scelta dei materiali.
- Scelta e/o visione del cast ( analisi del materiale umano ).
- Creazione dei personaggi in base agli interpreti.
- Realizzazione dei bozzetti e creazione delle schede tecniche.
- Scelta e/o visione delle location.
- Scelta e/o visione delle postazioni di lavoro.
- La “conduite”.
- Le prove.
- La cronologia di ripresa.
- Il ritmo di quinta.
- Il “primo ciak”.
- Le “prime immagini”: visione e messa a punto del lavoro.
- Le riprese: Orari, spostamenti, tempi di lavorazione, etc…
- Fine produzione e chiusura dei lavori: rimessaggio e archiviazione.

 

EFFETTI SPECIALI

La “sezione effetti speciali” in realtà non è una sezione a parte, è un argomento che, al contrario, sarà trattato fin dai primi incontri del biennio.
L’intento della “sezione effetti speciali dell’Accademia Cinema Toscana sarà quello di dare a questa tecnica di make up tutta la sua reale importanza, laddove questa tecnica può essere utile anche ai fini di una ricostruzione storica, e non solo come “dirventissement” orrorifico o fantascientifico.
Gli allievi si avvicineranno a questa “sezione” graduatamente, conoscendo fin dal primo giorno gli effetti speciali di base e procedendo fino a quelli più elaborati, in linea con le tecniche più attuali di make up.
Sono previsti workshop e masterclass per approfondire alcune tecniche specifiche sull’argomento.
Il terzo anno prevede che gli allievi facciano uso di queste tecniche acquisite ai fini di una produzione.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _


Per una miglior comprensione delle metodologie di lavorazione, per quanto riguarda il III° anno, dalla lettura del testo fino alla definizione dei personaggi, è prevista la presenza di entrambi i docenti, quello di trucco e acconciatura e quello di storia e laboratorio del costume.
Alla fine terzo anno gli allievi sosterranno un esame finale per ottenere il diploma dell’Accademia.
L’esame finale sarà sostenuto con i docenti dell’accademia e un esaminatore esterno nominato dalla Regione Toscana.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _

*Parallelamente alle ore di teoria sono previste ore di laboratorio e di pratica per ogni anno accademico.

 

 

News


  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
Iscrizioni Aperte

Iscrizioni Aperte

22-05-2017

Diventa professionista nel mondo del cinema e dell'audiovisivo! 

Tema per le Borse di Studio!

Tema per le Borse di Studio!

18-05-2017

Accademia Cinema Toscana è lieta di comunicare il Tema per le Borse di Studio dell'a.a. 2017-2018!

Open Day Settembre 2017

Open Day Settembre 2017

11-05-2017

Vieni all'Open Day di Accademia Cinema Toscana sabato 30 settembre 2017 per scoprire la tua professione nel cinema e nell'audiovisivo!

VUOI PIU' INFORMAZIONI? SCOPRI I NOSTRI CORSI

Presentazione

L'Accademia di Cinema Toscana è una struttura professionalizzante, unica in Italia per modello formativo, inserita in un contesto giovane, dinamico, universitario, all'interno del centro storico medioevale della città di Lucca.

Map


Contact info

Accademia Cinema Toscana

 Via Elisa, 63 - 55100 Lucca

 info@accademiacinematoscana.it

 P: +39 0583 429169

  
 

Continuando a consultare il nostro sito, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie. info